Programma generale
 
01.02.2020 - 08.03.2020
Incontri sociali: Domenica 08 marzo gara sociale di sci.
dettagli altre attività
 
01.02.2020 - 22.11.2020
Incontri sociali: Domenica 22 novembre pranzo sociale.
dettagli altre attività
 
Escursionismo

Programma 2020

Escursionismo

3ZkT4GD7CtuAAAAAElFTkSuQmCC

 

FEBBRAIO

Domenica 16

Ciaspolata / Forcella WaldrasterJöchl

All'imbocco della Stubaital, questa escursione di media difficoltà con le racchette da neve conduce in salita al WaldrasterJöchl. L’incentivo per superare i 300 metri di dislivello consiste nella magnifica vista che si gode dalla croce di vetta sull'innevato panorama della Stubaital. Punto di partenza: Stazione a monte degli impianti Serlesbahnen, Mieders
Punto d'arrivo: Stazione a monte degli impianti Serlesbahnen, Mieders
Catena montuosa: Alpi StubaierAlpen
Lunghezza: 4 km
Tempo di percorrenza: 2 h 15
Informazioni e iscrizioni: Andrea 335272822;
 

MAGGIO

1° escursione del mercoledì

Con questo mercoledì iniziano le 4 gite infrasettimanali,  organizzate da Ugo e definite le gite del “mercoledì”. I percorsi verranno pubblicati in bacheca e comunicati per mail e sulla App CAI Vipiteno. Ugo dedica questo ed altri “mercoledì” ad accompagnare in montagna i soci CAI.
Informazioni e iscrizioni
: Ugo 3489237346


Giovedì 21 Domenica 24 

Escursione sui Monti Sibillini – Appennino Umbro Marchigiano

Punto di partenza dell’itinerario: CAI Vipiteno
21.05 Vipiteno - Loreto
22.05 Frasassi, Ascoli Piceno
23.05 Sibillini (monte delle rose) con Cai Macerata
24.05 Sirolo, Monte Conero (con guida Cai Mc),
Iscrizioni e informazioni: Francesca tel. 3293563858  Andrea 335272822


Sabato 23Domenica 31 maggio

Jbel Toubkal Catena montuosa dell’Alto Atlante Marocco
 

Il Jbel Toubkal (4.167m) è la vetta più alta del Nord Africa, raggiungibile con un trekking di alcuni giorni,  su terreno mai difficile, con dislivelli massimi intorno ai 1.000 metri.
1° giorno: Monaco – Marrakesch
2° giorno: visita guidata di Marrakesch
3°- 7° giorno: trekking nella regione del Toubkal con salita alla cima (facoltativa)
8° giorno: ritorno a Marrakesch e pomeriggio/serata libera
9° giorno: Marrakesch – Monaco.
Durante il trekking, in cui avremo la possibilità di entrare a contatto con la cultura berbera, saremo accompagnati da una guida, un cuoco e i conducenti con i loro muli che trasporteranno tutto il necessario per rendere piacevole questa “avventura”. Il costo è 1.390 € e comprende: il volo Monaco- Marrakesch, 3 pernottamenti con colazione a Marrakesch, pensione completa durante il trekking (pernottamenti in tende da due persone), visita guidata a Marrakesch, trasporto dei bagagli con i muli durante il trekking, il cuoco, il materiale da campeggio ( tende, materassini, tenda wc, utensili vari da cucina) e l’accompagnamento di una guida alpina locale parlante tedesco. Per questo tour ci appoggiamo all’agenzia viaggi Weltweitwandern di Graz, agenzia con una pluriennale esperienza di trekking in Marocco.
Iscrizioni entro il 31 gennaio. È richiesto un anticipo di 390 €.

Informazioni e iscrizioni
: Ugo 3489237346


 GIUGNO

Domenica 7

Escursione intersezionale a Malga Boccia

Un’escursione con i soci delle altre sezioni del CAI Alto Adige presso la Malga Boccia all’Alpe di Siusi.
Iscrizioni e informazioni: Andrea tel. 33527282, Eudo tel. 3319793189.

                                                       

Mercoledì 17

2° escursione del mercoledì 

I percorsi verranno pubblicati in bacheca e comunicati per mail e sulla App CAI Vipiteno.
Informazioni e iscrizioni
: Ugo 3489237346

 Domenica 28

ESCURSIONE AL RIFUGIO LAGO DI RODELLA

Escursione panoramica al bellissimo Lago di Rodella.

Itinerario:
Il maso Perlungerhof si raggiunge da Bressanone, transitando per la frazione di Tiles e i masi di Caredo. Il sentiero segue nel primo tratto la strada forestale e, dopo averla lasciata, prosegue nel bosco, attraversando poco più a monte un piccolo torrente (panchina con crocifisso). Dopo un tratto più ripido, sempre attraverso il bosco, giungiamo a una piccola radura con una baita in legno. Proseguiamo verso il limite del bosco, attraverso un pendio esposto a ovest. Poco dopo il sentiero piega verso sinistra, in direzione sud-ovest e, dopo un breve tratto, si dirige di nuovo verso nord-ovest, risalendo un’ampia cresta. Giunti al bivio con il sentiero per la cima del Monte Cane, ci teniamo verso sinistra, per l’ultimo tratto in leggera discesa, che ci conduce al Rifugio Lago di Rodella, ristrutturato da circa due anni e posto appena sopra il pittoresco laghetto. Il Lago di Rodella è circondato da miti e leggende (si dice che il suo fondale sia insondabile e che sia addirittura collegato sottoterra con il Lago di Valdurna…) e comunque ha un suo fascino tutto particolare. Dopo aver mangiato al rifugio ed esserci ristorati sulle sponde del laghetto, riprendiamo la via del ritorno lungo l’itinerario di salita.
Punto di partenza dell’itinerario: parcheggio presso il maso Perlungerhof, sopra Bressanone (m 1.380).

Punto di arrivo dell’itinerario: Rifugio Lago di Rodella (m 2.284), Segnavia: n. 8
Dislivello: m 900 circa;
Distanza: 4,8 Km;
Tempo di percorrenza: 2h 45’ circa (discesa 2h circa);
Difficoltà: E (escursionisti);
Punti di ristoro: maso Perlungerhof (m 1.380), Rifugio Lago di Rodella (m 2.284).

Informazioni e iscrizioni
: Eudo tel. 3319793189

 

LUGLIO

Domenica 5

Escursione dal Passo di Pennes al Montaccio di Pennes
 

Da Vipiteno si sale al passo Pennes (2214 m, albergo). Si scende brevemente verso sud alla malga Penser Alm (2158 m, con posto di ristoro). Si segue sempre il sentiero 14 A, prima in salita e poi per lungo tratto in piano verso sud fino all’Astenberg e quindi verso est, trascurando un bivio, fino alla sella ai piedi della Tatschspitze. Là si passa dal 14 A verso sinistra al sentierino segnalato che, su terreno erboso, sfasciumi e pietrame, porta senza problemi alla vetta (2526 m); ore 2.30 dalla partenza. Si torna sul percorso dell’andata.
Punto di partenza dell’itinerario: parcheggio presso Rifugio Passo Pennes (m 2.214).
Dislivello: m 400 circa;
Distanza: circa 5 Km;
Tempo di percorrenza: 2h-30’ circa (discesa 2h circa);
Difficoltà: E (escursionisti);
Punti di ristoro: Rifugio Passo Pennes.

Informazioni e iscrizioni: Alberto 3496153268 Andrea 335272822.

 

Martedì 21 a Sabato 25

Cinque giorni nel Parco dell‘Alto Appennino Modenese. Cibo, Cultura e Camminate.

Fanano, piccolo comune di montagna famoso per i mirtilli, fra Emilia Romagna e Toscana, sarà il nostro “campo base” per conoscere questo territorio, ricco di bellezze naturali, borghi storici, antichi sentieri come la via Romea, la Linea Gotica, chiese ecc. Ogni giorno un itinerario diverso, ci porterà a visitare luoghi come i laghi di Pratignano e Scaffaiolo, il monte Cimone ed altro ancora. Di sera avremo il piacere di gustare i piatti della tradizione gastronomica fananese/emiliana come i tortelloni, lo gnocco fritto, le crescentine, i berlenghi e naturalmente i mirtilli.Alloggeremo in camere doppie in un piccolo albergo o in agriturismo. Per motivi organizzativi le iscrizioni si chiudono il 31 maggio. È richiesto un anticipo di 150 €.
Informazioni e iscrizioni: Ugo 3489237346.

Domenica 26

 Escursione al rifugio Fronza alle Coronelle .

Questa tappa del Sentiero Italia 2019 ci porta dal paesino di Carezza al Rifugio Fronza alle Coronelle, per una spettacolare escursione in suggestivo ambiente dolomitico.
Punto di partenza dell’itinerario: parcheggio presso l’abitato di Carezza (m 1.635).
Punto di arrivo dell’itinerario: Rifugio Fronza alle Coronelle (m 2.337).
Segnavia: n. 6A, 552, 549, 1, 15, 16, 1A, 6A.
Dislivello (salita): m 750 circa Distanza (complessiva): circa 10 Km.
Tempo di percorrenza: 2h-2h 15’ circa (discesa 1h 30’ circa).
Difficoltà: E (escursionisti).
Punti di ristoro: abitato di Carezza, varie strutture (m1.635), possibilità di sosta intermedia al Rifugio Paolina (m 2.125), Rifugio Fronza alle Coronelle (m 2.337), Hotel Jolanda (m. 1.780).
Itinerario:
Dal parcheggio situato presso il centro abitato di Carezza, seguiamo per un breve tratto il sentiero che costeggia la strada per il Passo di Costalunga, per poi incamminarci lungo il sentiero n. 6A, che risale un bosco rado, al margine delle piste da sci, non lontano dalla seggiovia per il Rifugio Paolina. Poco prima del Rifugio Paolina deviamo verso sinistra, passando sotto la seggiovia e lasciando poi sulla destra il sentiero che conduce al rifugio. Si attraversa la pista da sci e, dopo un altro tratto boscoso, ci congiungiamo con il sentiero n. 552 che, poco oltre, confluisce nel sentiero n. 549, percorrendo trasversalmente un lungo costone, in parte roccioso e detritico e in parte erboso, alla base di pareti dolomitiche di rara bellezza. In questo tratto possiamo ammirare alla nostra destra, prima la Roda di Vael e, più avanti, La Sforcella e le Coronelle: lo spettacolo è veramente suggestivo. Dopo l’ultima porzione di sentiero (segnavia n. 1), leggermente più ripida, giungiamo al rifugio Fronza, dal quale si gode una vista fantastica sul Latemar, sullo Sciliar e sulle altre montagne più lontane. Dopo il pranzo al rifugio e una meritata sosta, prendiamo la via del ritorno lungo il sentiero n. 1, che, perdendo rapidamente quota lungo i prati delle piste da sci, confluisce dapprima nel sentiero n. 15 e poi nel n. 16, che ci conduce nei pressi della strada provinciale per il Passo Nigra, in corrispondenza dell’Hotel Jolanda. Da qui seguiamo il segnavia n. 1A che, con pendenza moderata, ci riporta sotto la seggiovia per il rifugio Paolina, intersecando il sentiero 6A e quindi la prima parte del nostro itinerario di salita. Percorrendolo in senso inverso, raggiungiamo in breve il parcheggio della partenza.

Iscrizioni e informazioni: Andrea 335272822, Eudo 3319793189.



AGOSTO

 Domenica 2

  Escursione al rifugio Ponte di Ghiaccio

Suggestiva escursione, nel cuore dei monti di Fundres.
Punto di partenza dell’itinerario: parcheggio del Lago di Neves (m 1.860).
Punto di arrivo dell’itinerario: Rifugio Ponte di Ghiaccio (m 2.545) Segnavia: n. 26.
Dislivello: m 700 circa
Distanza: 3,9 Km.
Tempo di percorrenza: 2h 15’ circa (discesa 1h 30’ circa) Difficoltà: E (escursionisti)
Punti di ristoro: Untermaureralm, presso il Lago di Neves (m 1.860), Rifugio Ponte di Ghiaccio (m 2.545).

Itinerario:
Raggiungiamo lo splendido Lago di Neves dalla Valle Aurina, attraversando il Comune di Selva dei Molini e la frazione di Lappago. Dai parcheggi, situati sulla sponda est del lago, percorriamo un tratto del sentiero che lo costeggia, portandoci sulla sua sponda opposta. Da qui proseguiamo sul segnavia n. 26 che nel primo tratto, abbastanza ripido, ci conduce fino al limite del bosco, dove si apre un ampio vallone erboso. Poco più avanti la valle si restringe e inizia un tratto ricoperto dai detriti della roccia, franata nel corso del tempo dai costoni laterali. Proseguiamo vicini al torrente, superiamo un tratto lastricato a gradoni e, dopo un’ultima parte più ripida, raggiungiamo il Passo Ponte di Ghiaccio, ove è situato l’omonimo rifugio (Edelrauthütte, in tedesco). Dal rifugio, recentemente ristrutturato e molto accogliente, è visibile, sull’altro versante, il Lago Ponte di Ghiaccio, posto circa 200 metri più a valle. Dopo il pranzo presso il rifugio e una piacevole sosta, iniziamo il ritorno sullo stesso itinerario di salita.

Iscrizioni e informazioni: Eudo, tel. 3319793189


Sabato 8

Escursione commemorativa al Rifugio Tribulaun

A seguire la cerimonia commemorativa del Venerdì 31 Luglio, in ricordo ed onore dei soci scomparsi, si sale al rifugio Tribulaun.Partenza parcheggio Tribulaun in val Fleres ore 8:30
Informazioni e iscrizioni: Andrea 335272822 Adriano 3338914478


Domenica 23

Gita a S.Martino Monteneve e Lago Nero piccolo dalla Val Passiria Sulle tracce dei minatori

Itinerario:
Dal ponte un po‘ prima dell’albergo „Saltnuss“ (1666 mt) sulla strada del passo Rombo prendiamo il sentiero n. 31 prima su una strada forestale e poi proseguiamo su sentiero in moderata pendenza attraverso un bosco e un alpeggio, a ca. 2000 m di altitudine prendiamo il sentiero didattico che ci porterà al rifugio Monteneve (2355 m). Dal rifugio , chi vuole può salire al Lago Nero piccolo (2635 m) sotto le splendide Schneebergerweissen. Ritorno da S.Martino Monteneve per la via dei minatori (Knappenweg) lungo il sentiero 29, passando per malga Gostalm e scendendo poi su strada forestale fino alla strada che conduce al Passo Rombo.
Dislivello: fino al S. Martino Monteneve 680 m ca. – fino al Lago Nero 970 m ca.
Tempo di percorrenza : andata e ritorno
4 ore – fino a S. Martino 5,30/6 ore fino al Lago Nero
Difficoltà: E (escursionisti)
Punti di ristoro: Rifugio Monteneve a S. Martino
Iscrizioni ed informazioni : Adriano 333 8914478;

 

Domenica 30

Escursione al Rifugio XII Apostoli

I 12 Apostoli è il nome di una serie di vette dolomitiche nella zona di Pinzolo e il rifugio sottostante a 2.490 m s.l.m. Il nostro punto di partenza è il Doss del Sabion (2.100 m di altezza) l’area sciistica di Pinzolo, facilmente raggiungibile con la funivia (cabinovia e seggiovia). Scendiamo ai prati di “Bregn da l’Ors” (1850 m), dove seguiamo il segnavia n. 307. Il percorso che si affaccia sul lago di Valdagola, ci porta alla pianura verde del Lago Asciutto, dove inizia la salita.
Punto di partenza: Doss del Sabion (stazione a monte) Segnavia: 307, XII Apostoli.
Lunghezza del percorso: ca. 6 km (per direzione).
Tempo di percorrenza: ca. 3 ore (salita), 2,5 ore (discesa) Dislivello: ca. 860 m.
Altitudine: da 1.850 a 2.490 m s.l.m. Difficoltà: E (escursionisti).
Punti di ristoro: Rifugio 12 Apostoli.

Iscrizioni ed informazioni : Andrea  335272822

 

SETTEMBRE

Venerdì 4 Domenica 6

Trekking Alta via numero 2 da Bressanone al passo Gardena.

Percorriamo le prime tre tappe della famosa Alta Via Dolomitica che da Bressanone porta a Feltre.
1° giorno: da Vipiteno andiamo a Bressanone in treno, poi, saliti alla Plose in funivia, iniziamo il nostro trekking che ci porta al rifugio Genova, passando per la forcella del Sass de Putia (salita alla cima facoltativa) 500m di dislivello 4 ore di percorrenza (con la cima1.000m e 7 ore).
2° giorno: dal rifugio Genova al rifugio Puez, per forcelle, canaloni e pascoli di alta quota di rara bellezza.850m di dislivello 6 ore di percorrenza.
3° giorno: dal rifugio Puez al passo Gardena. Dopo colazione, lasciato lo zaino al rifugio, saliamo al Piz de Puez (salita facoltativa), quindi per saliscendi e forcellette, costeggiando le rive del lago de Crespeina, arriviamo al passo Gardena per scendere in autobus a Ponte Gardena dove con il treno ritorniamo a Vipiteno.250m di dislivello 3 di percorrenza (con la cima 700m e 5 ore). Trekking adatto buoni camminatori con un passo sicuro su tutti i terreni. Per questioni organizzative le iscrizioni si chiudono il 30 giugno. È richiesto un anticipo di 100€.

Informazioni e iscrizioni: Ugo 3489237346.

 

Domenica 13

Tradizionale Gita con AVS / Gemeinschaftswanderung AVS & CAI

Accompagnatori cai: Andrea 335272822 Adriano 3338914478
Accompagnatori avs: Hermann 3336768993 Karl

 

Domenica 20

Tour circolare delle tre cime di Lavaredo

Dal Rifugio Auronzo (2.320 m; ristoro) si procede su un ampio sentiero sterrato e quasi pianeggiante (inizialmente sul lato sud delle Tre Cime di Lavaredo) in direzione est (destra; nº 101) fino al Rifugio Lavaredo (2.344 m; ristoro). Poi il sentiero sale leggermente sulle pendici coperte da ghiaioni alle falde della parete ovest del Monte Paterno e fino all’omonima sella (2.457 m), che schiude un grandioso panorama sulla parete nord delle Tre Cime di Lavaredo. Si prosegue fino al Rifugio Antonio Locatelli (2.405 m; ristoro), ammirando la magnifica vista sulla Cima Grande, Ovest e Piccola. Attenzione: questo tratto è frequentato anche dai ciclisti. L’ultima parte fino al suddetto rifugio è un po’ ripida e da qui si scende poi in una depressione, il Pian da Rin, prima di raggiungere su una strada ghiaiosa e successivamente su terreni erbosi e pietrosi (salita ripida) la Malga Lange [CS1] (2.283 m; ristoro); è la sezione più impegnativa del tour. Lungo il fianco ovest delle Tre Cime si fa ritorno con un costante saliscendi al Rifugio Auronzo; alcuni punti esposti verso la fine del sentiero richiedono passo sicuro.
Punto di partenza dell’itinerario: Rifugio Auronzo (m 2.320)
Dislivello Complessivo: m 400 circa Distanza: circa 6 Km.
Tempo di percorrenza: 4h-30’ circa Difficoltà: E (escursionisti)

Informazioni e iscrizioni: Andrea 335 272822 Alberto 3496153268.

 

Mercoledì 16

3° escursione del mercoledì 

I percorsi verranno pubblicati in bacheca e comunicati per mail e sulla App CAI Vipiteno.
Informazioni e iscrizioni
: Ugo 3489237346




OTTOBRE

Mercoledì 14

4° escursione del mercoledì 

I percorsi verranno pubblicati in bacheca e comunicati per mail e sulla App CAI Vipiteno.
Informazioni e iscrizioni
: Ugo 3489237346.

Incontri sociali: Domenica 08 marzo gara sociale di sci.
01.02.2020 - 08.03.2020
Località:
Monte Cavallo
Domenica 08 marzo sulle piste di Montecavallo in collaborazione con A.N.A. Vipiteno Ritiro pettorali dalle ore 09:00  - ...
dettagli
 
Incontri sociali: Mercoledì 27marzo assemblea generale
01.02.2020 - 27.03.2020
Località:
SEDE C.A.I. VIPITENO
Venerdi 22 marzo ore 19:30 in prima convocazione e ore 20:00 in seconda convocazione presso la sede in Via Pennes 18/b ...
dettagli
 
Incontri sociali: Domenica 22 novembre pranzo sociale.
01.02.2020 - 22.11.2020
Località:
SEDE C.A.I. VIPITENO
dettagli
 
Incontri sociali: Sabato 19 dicembre Natale alpino.
01.02.2020 - 19.12.2020
Località:
SEDE C.A.I. VIPITENO
dettagli
 
Consegna chiavi nuovo pulmino CAI 03-07-15
dettagli tutte le gallerie
 
Consisto
 
 
 


 


 
 
 
© 2009 C.A.I. Sezione Vipiteno
C.A.I. VIPITENO, Via Passo Pennes, 18/B, 39049 - Vipiteno - info@caivipiteno.it
 
Credits  |  Privacy  |  Sitemap